Sviluppo Basilicata

Accesso civico semplice, accesso civico generalizzato e accesso documentale

ACCESSO CIVICO SEMPLICE (art. 5, comma 1, D.lgs. n. 33/2013)

Chiunque ha il diritto di richiedere documenti, informazioni e dati oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente, nei casi in cui Sviluppo Basilicata S.p.A. ne abbia omesso la pubblicazione nella sezione “Società trasparente” del proprio sito web (art. 5, comma 1, del d.lgs. n. 33/2013).

L’esercizio del diritto di accesso civico non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. La richiesta di accesso civico non deve essere motivata ed è gratuita.

L’istanza può essere trasmessa al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza secondo le modalità indicate nell’art. 6.2 del Regolamento:

-    a mezzo Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo sviluppobasilicata@legalmail.it,

-    a mezzo posta elettronica all’indirizzo: rpct@sviluppobasilicata.it,-   

- consegna a mano o a mezzo posta presso la sede legale di Sviluppo Basilicata S.p.A.: Centro Direzionale Zona Industriale snc, Cap 85050, Tito (PZ), fax 0971/506664,

compilando il Modulo istanza accesso civico al RPCT.

In caso di accoglimento, la Società, entro 30  giorni dalla ricezione dell’istanza, provvede a pubblicare sul sito le informazioni, i documenti o i dati richiesti e a comunicare al richiedente l’avvenuta pubblicazione degli stessi, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

In caso di mancata risposta o diniego totale o parziale dell’accesso civico, il richiedente può inoltrare l’istanza al titolare del potere sostitutivo, l’Amministratore Unico della Società, che, verificata la sussistenza dell’obbligo di pubblicazione, provvede entro 15 giorni dal ricevimento dell’istanza.

L’istanza può essere trasmessa per via telematica all’indirizzo sviluppobasilicata@legalmail.itoppure consegnata a mano o a mezzo posta all’indirizzo della sede legale della Società sopra riportato compilando il Modulo istanza accesso civico al titolare del potere sostitutivo.

Avverso la decisione del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza o, in caso d richiesta di riesame, del titolate del potere sostitutivo il richiedente può proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale ai sensi dell’articolo 116 del Codice del processo amministrativo di cui al d.lgs. 2 luglio 2010, n. 104.

 

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (art. 5, comma 2, D.lgs. n. 33/2013)

Chiunque ha il diritto di richiedere documenti e dati detenuti da Sviluppo Basilicata S.p.A., ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall’art. 5 bis del d.lgs. n. 33/2013.

L’accesso civico generalizzato ha lo “scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico” (art. 5, comma 2, d.lgs. n. 33/2013).

L’esercizio del diritto di accesso civico generalizzato non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. La richiesta di accesso civico generalizzato non deve essere motivata ed è gratuita.

L’istanza può essere trasmessa alla Società secondo le modalità indicate nell’art. 7.2 del Regolamento:

- a mezzo Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo sviluppobasilicata@legalmail.it,

- consegna a mano o a mezzo posta presso la sede legale di Sviluppo Basilicata S.p.A.: Centro Direzionale Zona Industriale snc, Cap 85050, Tito (PZ), fax 0971/506664,

compilando il Modulo istanza accesso civico generalizzato.

Il procedimento di accesso civico generalizzato deve concludersi con provvedimento espresso e motivato nel termine di 30 giorni dalla presentazione dell'istanza con la comunicazione al richiedente e agli eventuali controinteressati.

Il termine di 30 giorni è sospeso nel caso in cui vi siano controinteressati (art. 5, commi 5 e 6 del d.lgs. n. 33/2013).

I controinteressati possono presentare una motivata opposizione alla richiesta di accesso entro 10 giorni dalla ricezione della comunicazione con una delle seguenti modalità:

- a mezzo Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo sviluppobasilicata@legalmail.it,

- consegna a mano o a mezzo posta presso la sede legale di Sviluppo Basilicata S.p.A.: Centro Direzionale Zona Industriale snc, Cap 85050, Tito (PZ),

compilando il Modulo opposizione del controinteressato.

Il richiedente, in caso di diniego totale o parziale dell'accesso o di mancata risposta entro 30 giorni dalla presentazione dell’istanza, ovvero i controinteressati, nei casi di accoglimento della richiesta di accesso nonostante la loro motivata opposizione, possono presentare domanda di riesame al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza, con una delle seguenti modalità:

- a mezzo Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo sviluppobasilicata@legalmail.it,

- a mezzo posta elettronica all’indirizzo: rpct@sviluppobasilicata.it

- consegna a mano o a mezzo posta presso la sede legale di Sviluppo Basilicata S.p.A.: Centro Direzionale Zona Industriale snc, Cap 85050, Tito (PZ),

compilando rispettivamente il Modulo riesame accesso civico generalizzato e il Modulo riesame del controinteressato.

Il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza decide con provvedimento motivato entro 20 giorni dall’acquisizione dell’istanza, fatta salva la sospensione del termine nel caso di interpello del Garante per la protezione dei dati personali di cui all’art. 5, comma 7, D.lgs. n. 33/2013.

Avverso la decisione della Società sull’istanza o, in caso di richiesta di riesame, avverso la decisione del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza è possibile proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale ai sensi dell'articolo 116 del Codice del processo amministrativo di cui al d.lgs. 2 luglio 2010, n. 104.

  CONTENUTO AGGIORNATO AL 28-12-2021