Altri contenuti - Accesso civico

Riferimenti normativi:

Decreto legislativo n. 33/2013: articoli 5 e 5-bis

Legge n. 241/1990: articoli 22 e seguenti

L’art. 5 del d.lgs. n. 33/2013 disciplina due distinti istituti di accesso ai documenti, informazioni e dati: l’Accesso civico “semplice” e l’Accesso civico generalizzato, che hanno natura, presupposti ed oggetto differenti dal diritto di accesso ai documenti amministrativi di cui agli artt. 22 e seguenti della L. n. 241/1990 (cd. “accesso documentale”).

ACCESSO CIVICO SEMPLICE (art. 5, comma 1, D.lgs. n. 33/2013)

Chiunque ha il diritto di richiedere documenti, informazioni e dati oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente, nei casi in cui Sviluppo Basilicata S.p.A. ne abbia omesso la pubblicazione nella sezione “Società trasparente” del proprio sito web (art. 5, comma 1, del D.Lgs. n. 33/2013). L’esercizio del diritto di accesso civico non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. La richiesta di accesso civico non deve essere motivata ed è gratuita. L’istanza deve essere trasmessa al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (“RPCT”) con una delle seguenti modalità:

-    a mezzo Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo sviluppobasilicata@legalmail.it,

-    a mezzo posta elettronica all’indirizzo: rpct@sviluppobasilicata.it,

-    consegna a mano o a mezzo posta raccomandata a/r presso la sede legale di Sviluppo Basilicata S.p.A.: Centro Direzionale snc, Zona Industriale, Cap 85050, Tito (PZ),

compilando l’apposito modulo e specificando nell’oggetto “Istanza accesso civico semplice”.

Il RPCT, entro trenta giorni dalla ricezione dell’istanza, provvede a pubblicare sul sito le informazioni, i documenti o i dati richiesti e a comunicare al richiedente l’avvenuta pubblicazione degli stessi, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

In caso di mancata risposta nel termine di 30 giorni o diniego totale o parziale dell’accesso, il richiedente può inoltrare l’istanza all’Amministratore Unico di Sviluppo Basilicata S.p.A., quale Titolare del potere sostitutivo, all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata: sviluppobasilicata@legalmail.it. oppure all’indirizzo della sede legale della Società sopra riportato. Il Titolare del potere sostitutivo è tenuto a fornire un riscontro al richiedente entro quindici giorni dal ricevimento dell’istanza.

La decisione del Responsabile della prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT) e del Titolare del potere sostitutivo possono essere impugnate davanti al Tribunale amministrativo regionale ai sensi dell’articolo 116 del Codice del processo amministrativo D.lgs. 2 luglio 2010, n. 104.

Moduli da utilizzare:

Modulo accesso civico semplice

Modulo accesso civico semplice – potere sostitutivo

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (art. 5, comma 2, D.lgs. n. 33/2013)

Chiunque ha il diritto di richiedere documenti, informazioni e dati detenuti da Sviluppo Basilicata S.p.A., ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall’art. 5, comma 2, del D.lgs. n. 33/2013.

L’accesso civico generalizzato ha lo “scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico”.

L’esercizio del diritto di accesso civico generalizzato non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. La richiesta di accesso civico generalizzato non deve essere motivata ed è gratuita.

L’istanza può essere presentata alternativamente alla Funzione aziendale che detiene i documenti, le informazioni o i dati oppure all’Amministratore Unico con una delle seguenti modalità:

-    a mezzo Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo sviluppobasilicata@legalmail.it,

-    consegna a mano o a mezzo posta raccomandata a/r presso la sede legale di Sviluppo Basilicata S.p.A.: Centro Direzionale snc, Zona Industriale, Cap 85050, Tito (PZ),

compilando l’apposito modulo e specificando nell’oggetto “Istanza accesso civico generalizzato”.

Per la definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico generalizzato si rinvia alle Linee Guida recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all'accesso civico di cui all’art. 5 co. 2 del D.Lgs. 33/2013 adottate dall’ANAC con Delibera n. 1309 del 28 dicembre 2016.

La Funzione aziendale competente da indicare nel modulo può essere individuata nella sezione relativa, al seguente link.

Il procedimento di accesso civico generalizzato deve concludersi con provvedimento espresso e motivato nel termine di trenta giorni dalla presentazione dell'istanza con la comunicazione al richiedente e agli eventuali controinteressati.

Il termine di trenta giorni è sospeso nel caso in cui vi siano controinteressati (art. 5, commi 5 e 6 del d.lgs. n. 33/2013).

In caso di diniego totale o parziale dell'accesso o di mancata risposta nei termini di legge, il richiedente, può presentare domanda di riesame al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza (RPCT), tramite compilazione e invio dell’apposito Modulo, che decide con provvedimento motivato entro 20 giorni, fatta salva la sospensione del termine nel caso di interpello del Garante per la protezione dei dati personali di cui all’art. 5, comma 7, D.lgs. n. 33/2013.

Avverso la decisione sull’istanza o, in caso di richiesta di riesame, avverso quella del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, è possibile proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale ai sensi dell'articolo 116 del Codice del processo amministrativo di cui al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104.

Moduli da utilizzare:

Modulo accesso civico generalizzato

Modulo riesame accesso civico generalizzato

Accesso documentale (art. 22 e seguenti L. n. 241/1990)

La richiesta di prendere visione e di estrarre copia dei documenti amministrativi può essere presentata dai soggetti che dimostrino di avere un “interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l'accesso” (art. 22 ss. della Legge n. 241/1990).

L’istanza può essere presentata al Responsabile del procedimento che detiene i documenti, le informazioni o i dati oppure all’Amministratore Unico con una delle seguenti modalità:

-    a mezzo Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo sviluppobasilicata@legalmail.it,

-    consegna a mano o a mezzo posta raccomandata a/r presso la sede legale di Sviluppo Basilicata S.p.A.: Centro Direzionale snc, Zona Industriale, Cap 85050, Tito (PZ),

compilando l’apposito modulo e specificando nell’oggetto “Istanza accesso documentale”.

Il procedimento di accesso documentale deve concludersi con provvedimento espresso e motivato nel termine di trenta giorni dalla presentazione dell'istanza con la comunicazione al richiedente, fatta salva la sospensione ai sensi di legge nel caso in cui vi siano controinteressati.

Avverso la decisione sull’istanza è possibile proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale ai sensi dell'articolo 116 del Codice del processo amministrativo di cui al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104.

Moduli da utilizzare:

Modulo accesso documentale

Procedura organizzativa Accesso agli atti

Registro richieste accesso documentale (aggiornato al 31/12/2020)

Registro richieste accesso civico semplice (aggiornato al 31/12/2020)

Registro richieste accesso civico generalizzato (aggiornato al 31/12/2020)

 

 Ultimo aggiornamento 31 maggio 2021