Tranched Cover

Tranched Cover
fesr

Con D.G.R. n. 1326/2015 la Regione Basilicata ha approvato l’”Avviso Pubblico per la selezione degli operatori economici abilitati allo svolgimento dell’attività creditizia per la realizzazione di portafogli di finanziamenti da erogare a piccole e medie imprese operanti in Basilicata”. Gli operatori economici abilitati (banche italiane e banche comunitarie stabilite nel territorio italiano di cui al TUB) potranno candidarsi per la realizzazione di portafogli di finanziamenti; il termine ultimo per la presentazione delle candidature è il 23 novembre 2015.

Finalità dell'azione

Favorire l'accesso al credito e l'erogazione di nuova finanza a condizioni migliorative rispetto al mercato. Lo strumento è finalizzato, infatti, a selezionare operatori economici idonei a dare attuazione agli interventi della Regione Basilicata per il tramite di Sviluppo Basilicata destinati a migliorare l’accesso delle PMI al mercato del credito secondo i principi dell’”Accesso aumentato al finanziamento”. Tali operatori dovranno realizzare portafogli di finanziamenti da erogare a piccole e medie imprese operanti nella Regione Basilicata, secondo le seguenti modalità operative, ricavandone, tra l’altro, benefici in termini di abbattimento dell'assorbimento patrimoniale.

Beneficiari

I seguenti operatori economici, anche costituiti nella forma di raggruppamento temporaneo di impresa:

  • banche italiane di cui al TUB;
  • banche comunitarie stabilite nel territorio italiano di cui al TUB;
  • intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale di cui all’articolo 107 del TUB vigente alla data del 4 settembre 2010;
  • società finanziarie ammesse al mutuo riconoscimento di cui al TUB.

Destinatari finali

Destinatari finali della misura sono le PMI destinatarie dei finanziamenti che entrano a far parte del portafoglio, che abbiano i seguenti requisiti:

  • costituite anche in forma consortile o cooperativa, aventi sede legale e/o operativa nella Regione Basilicata;
  • rientranti nei settori industria, servizi, edilizia, artigianato e turismo, come meglio dettagliati nell’allegato 1 al Regolamento del fondo di garanzia e per attività giudicate potenzialmente redditizie;
  • economicamente e finanziariamente sane, ovvero quelle di cui venga accertata, sulla base della consistenza patrimoniale e finanziaria, la possibilità di far fronte agli impegni finanziari esistenti e quelli derivanti dalle operazioni per le quali è richiesto l'intervento del Fondo;

Ai fini della verifica del possesso dei requisiti dei Destinatari Finali (PMI) la banca dovrà rispettare i requisiti di ammissibilità e criteri di selezione previsti dal PO FESR Basilicata 2007 -2013 per la Misura III.4.1.A e riportati in allegato all’Avviso.

Modalità di funzionamento

La Tranched Cover è una forma di cartolarizzazione sintetica, che prevede la partecipazione al rischio secondo modalità differenziate da parte di più soggetti. In sostanza una banca si impegna a costituire un portafoglio di finanziamenti, erogati alle imprese, con specifiche caratteristiche (in termini di durata, finalità, tassi di interesse e profilo di rischio).

L’importo del portafoglio viene segmentato (tranched) in due parti:

Il portafoglio viene segmentato (tranched) in due parti:

  • tranche junior che rappresenta la parte esposta al rischio di prima perdita;
  • tranche senior, invece, rappresenta la quota di rischio di che rimane in capo alla banca che ha costituito il portafoglio di finanziamenti.

Sviluppo Basilicata, soggetto gestore del Fondo di Garanzia PO FESR Basilicata 2007-2013 individuato con D.G.R. 2124 del 15/12/2009, potrà utilizzare fino ad un massimo di €5.000.000,00 delle risorse del citato Fondo, per concludere con una o più banche italiane e banche comunitarie stabilite nel territorio italiano di cui al TUB, individuate mediante procedure ad evidenza pubblica, operazioni a struttura segmentata (tranched) nelle quali il Fondo assume una quota di prima perdita.

Sviluppo Basilicata garantirà l’80% della tranche junior attraverso la costituzione di un “cash collateral” presso la Banca finanziatrice a garanzia delle prime perdite che eventualmente dovessero derivare a seguito della mancata restituzione dei finanziamenti che compongono il portafoglio.

Caratteristiche del portafoglio

Il portafoglio di esposizioni creditizie dovrà essere costituito da un insieme di finanziamenti di nuova concessione e avere una durata massima di 8 anni, oltre a un preammortamento massimo di 2 anni ed inoltre i singoli finanziamenti dovranno avere un importo minimo di €50.000,00 e importo massimo pari ad €500.000,00, aventi le seguenti caratteristiche:

  • essere concessi per le finalità previste, in favore di PMI aventi i requisiti sopra indicati;
  • non essere tecnicamente collegati ad altri rapporti di finanziamento già in essere tra il finanziatore e la PMI alla data della delibera di concessione fatte salve le previsioni di cui all’articolo 7 comma 1 lettera e) dell’Avviso;
  • la sommatoria dei finanziamenti concessi alle PMI per il consolidamento delle passività a breve non potrà essere superiore al 20% dell’importo nominale complessivo dei finanziamenti che compongono il portafoglio;
  • essere regolati a tasso fisso o variabile, calcolato sulla base dell’Euribor (nei casi di tassi variabili) o dell’Eurirs (nei casi di tassi fissi) maggiorato di uno spread, per ciascuna classe di merito creditizio, come risultante da successiva fase di valutazione e selezione di offerte economiche;
  • essere eventualmente assistiti da garanzie reali e personali e da garanzie concesse da soggetti istituzionali che non utilizzano risorse pubbliche tenendo conto della possibilità per la banca di acquisire garanzie con riferimento alla tranche senior e quote relative al 20% della tranche junior rimaste a carico della banca, nel rispetto della Circolare n.285/2013 che ha recepito il Regolamento 575/2013 per quanto riguarda i requisiti patrimoniali di primo pilastro delle banche.

I finanziamenti che compongono il portafoglio, di cui al precedente punto devono riguardare:

  • prestiti finalizzati agli investimenti in innovazione;
  • prestiti per la realizzazione di investimenti iniziali;
  • prestiti finalizzati all’attivo circolante;
  • prestiti finalizzati all’effettuazione e /o al sostegno di processi di capitalizzazione aziendale;
  • prestiti finalizzati al riequilibrio finanziario relativo all’estinzione delle linee di credito a breve e medio termine e all’adozione di un piano di rientro dell’indebitamento.

Il portafoglio di esposizioni creditizie viene suddiviso in due distinte classi: una tranche junior, esposta al rischio di prima perdita (first loss) del portafoglio e una tranche senior, con grado di subordinazione minore. Lo spessore richiesto per la tranche junior non deve essere superiore al 20% del valore del relativo portafoglio di esposizioni creditizie, come individuato in sede definitiva e, comunque, non deve essere superiore all’importo di € 1.000.000,00.

Le risorse pubbliche destinate agli interventi di tranched cover saranno suddivise in n. 6 lotti da 800 mila euro di junior cash collateral.

Scadenza

La fase di costruzione del portafoglio di esposizioni creditizie deve concludersi entro il termine del 31/12/2016.

Modulistica e allegati

http://www.regione.basilicata.it/giunta/site/giunta/department.jsp?dep=100055&area=592616&otype=1058&id=3002687 

FINANZIAMENTO TRANCHED COVER BASILICATA - OPERATORE ABILITATO ALLA COSTITUZIONE DEL PORTAFOGLIO - BANCA POPOLARE DI BARI

http://www.popolarebari.it/content/bpb/it/home/prodotti/finanziamento-tranched-cover-basilicata.home.html

Contatti

Per richiesta di informazioni:

Regione Basilicata  - Ing. Giuseppina Lo Vecchio - Tel. 0971.668918

Sviluppo Basilicata S.p.A. -  Dott. Vito Pinto - Tel. 0971.506632

 

sezione_istituzionale